Guida al credito d’imposta per agenzie di viaggio e tour operator previsto dal Decreto PNRR nel pacchetto Turismo: spese agevolate con credito al 50%.

Il nuovo credito d’imposta per le spese digitali di agenzie di viaggio e tour operator agevola investimenti fino a 25mila euro, offrendo un bonus fiscale da utilizzare in compensazione oppure cedere ad altri soggetti.

Destinatari

I destinatari del credito d’imposta sono gli operatori economici che esercitano attività con codici Ateco 79.1, 79.11, 79.12 (agenzie di viaggio e tour operator) per le spese sostenute dal 7 novembre 2021 al 31 dicembre 2024, per investimenti e attività di sviluppo digitale.

Quali sono le voci di spesa

Le spese ammissibili che danno diritto al credito d’imposta:

  •  wi-fi (impianti con velocità pari ad almeno 1 megabit/s in download),
  •  siti web ottimizzati per il servizio di navigazione su rete mobile,
  •  programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti,
  •  spazi e pubblicità per promuovere e commercializzare online servizi e pernottamenti turistici,
  •  servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale,
  •  strumenti di promozione per offerte innovative di inclusione e ospitalità per persone con disabilità,
  •  formazione del titolare o del personale dipendente per le attività elencate.

Limiti di spesa del bonus

Il credito è pari al 50% delle spese sostenute entro l’importo cumulato di 25mila euro, comunque nel rispetto del limite delle risorse stanziate:

  • 18 milioni di euro per il 2022,
  • 10 milioni per ciascuno degli anni 2023 e 2024,
  • 60 milioni per il 2025.

A breve un decreto interministeriale (Turismo ed Economia) dovrà individuare le modalità attuative. Vanno inoltre rispettate le norme UE sugli aiuti di Stato (regolamento n. 1407/2013).

Come viene utilizzato

Il credito d’imposta per agenzie di viaggio e tour operator può essere usato in compensazione tramite modello F24, esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

La fruizione può avvenire dall’anno successivo a quello in cui gli interventi sono stati realizzati (senza limiti in materia di utilizzo di crediti d’imposta). Si può anche optare per la cessione del credito, totale o parziale, con facoltà di ulteriore cessione a terzi quali banche e intermediari finanziari o altri soggetti.

Compila il form qui in basso per ricevere maggiori informazioni sul bonus digitalizzazione per agenzie di viaggi e tour operator

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Telefono

    Il tuo messaggio

    Acconsento al trattamento dei miei dati