Si rivolge a tutte le imprese residenti in Italia, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali.

ENTITA’ AGEVOLAZIONE

  1. Attività di RICERCA E SVILUPPO in campo scientifico e tecnologico:- credito d’imposta pari al 20% delle spese agevolabili nel limite massimo di 4 milioni di euro.
  2. Attività di INNOVAZIONE TECNOLOGICA finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati:- credito d’imposta pari al 10% delle spese agevolabili nel limite massimo di 2 milioni di euro;- credito d’imposta pari al 15% delle spese agevolabili nel limite massimo di 2 milioni di euro in caso di attività di innovazione green (finalizzata al raggiungimento di un obiettivo di transizione ecologica) o di innovazione digitale 4.0.
  3. Attività di DESIGN E INNOVAZIONE ESTETICA per la concezione e realizzazione dei nuovi prodotti e campionari nei settori tessile e della moda, calzaturiero, dell’occhialeria, orafo, del mobile e dell’arredo e della ceramica, e altri individuati con successivo decreto ministeriale:- credito d’imposta pari al 10% delle spese agevolabili nel limite massimo di 2 milioni di euro.

Per le attività di Ricerca e Sviluppo svolte da imprese operanti nel Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) la misura del credito d’imposta è del

  • 25% per le grandi imprese;
  • 35% per le medie imprese;
  • 45% per le piccole imprese.

Ulteriori Benefici e Cumulabilità

La misura è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo non porti al superamento del costo sostenuto (es: misura Bonus macchinari “Nuova Sabatini”; credito d’imposta per il SUD; Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali).

Utilizzo del credito d’imposta

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione in tre quote annuali di pari importo a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di maturazione.

Tipologia di spese ammissibili

Tra le voci di spesa ammesse all’agevolazione fiscale rientrano:

  • i costi relativi al personale, dipendente e autonomo, direttamente impegnato nelle attività svolte internamente all’impresa;
  • le quote di ammortamento, canoni di locazione dei beni materiali mobili e dei software fino a un massimo del 30% delle spese di personale;
  • i costi relativi ai contratti di ricerca extra muros per le attività di ricerca e sviluppo o ai contratti di innovazione per le attività di innovazione tecnologica o ai contratti stipulati con professionisti, studi professionali o altre imprese relative alle attività di ideazione estetica e design. Per i contratti stipulati con università e enti di ricerca con sede in Italia, è prevista una maggiorazione del 150%;
  • per ricerca e sviluppo: le quote di ammortamento relative all’acquisto da terzi, anche in licenza d’uso, di privative industriali relative a un’invenzione industriale o biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale;
  • per innovazione e R&S: le spese per servizi di consulenza e servizi equivalenti.

Hai bisogno di altre informazioni?

Per saperne di più o per individuare il bando adatto alla tua azienda non esitare a contattarci scrivendo a finanziamenti@studioculicchia.it oppure compila il form con i tuoi dati per essere contattato da uno dei nostri consulenti.

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Telefono

    Il tuo messaggio

    Acconsento al trattamento dei miei dati